Cachemire, alpaca e mohair: come utilizzarli al meglio

stock tessuti firmati

Cachemire, alpaca e mohair: come utilizzarli al meglio

All’occhio poco abituato Cachemire, Alpaca e Mohair sono difficili da distinguere, ma in realtà sono molto differenti.  I prezzi vantaggiosi degli stock online di tessuti firmati e di lusso hanno permesso a molti sarti di sperimentarsi con queste stoffe pregiate, ormai grazie ai prezzi vantaggiosi dell’ingrosso di stoffe online rese accessibili a tutti. Per saperle distinguere bene bisogna prima conoscerne le caratteristiche, leggete questo articolo se state pensando di lavorare con Cachemire, Alpaca e Mohair. Potrete trovare facilmente degli ingrossi di stoffe online, come questo portale, leader nella distribuzione tessile.  

Stoffe di lusso? Con l’ingrosso di stoffe online si può!  

Cashmere, alpaca e mohair: si tratta di tre stoffe naturali, utilizzate spesso per le collezioni invernali e principalmente per la confezione di capi d’abbigliamento, sia femminili che maschili. Per molto tempo poter lavorare queste stoffe significava dover investire per poterle acquistare, oggi grazie ai vantaggi dell’ingrosso di stoffe online, come questo portale, chiunque abbia voglia di sperimentarsi con le stoffe pregiate può acquistarle ad un prezzo molto vantaggioso.  Per  conoscere meglio questi tessuti e le loro caratteristiche  qui  delle descrizioni più dettagliate:  

  • Cashmere o Cachemire: Fibra ottenuta da un particolare tipo di capra, originaria di una regione a nord delll’India, Il Kashmir. Gli animali vengono ora allevati anche in Mongolia, Tibet, Iran e Cina. I primi due stati producono una fibra di qualità nettamente superiore. La fibra può avere due lavorazioni: Cardatura, che lascia la fibra morbida e resistente o Pettinatura, questa seconda lavorazione conferisce alla stoffa un aspetto più liscio e esente dal fenomeno di “Piling” . Grazie agli stock di tessuti firmati questo tipo di stoffa oggi è accessibile  tutti.  
  • Alpaca: Fibra tessile prodotta dalla filatura del pelo di camelidi originari delle Ande Peruviane ( Lama) . Il filo che si ricava dalla tosatura dei lama è piuttosto rustico ma molto resistente. Questa stoffa viene molto usata nella confezione di collezioni invernali, che sia capi d’abbigliamento ma anche giacche. Si tratta di una fibra molto pregiata, soprattutto il “baby alpaca”, cioè il pelo della prima tosatura. Grazie a questa fibra si possono ottenere dei capi estremamente leggeri ma molto caldi. Il modo più conveniente di acquistare questo tipo di stoffa è quello di passare per un ingrosso di stoffe online,  questo permette ai clienti di avere un ottimo rapporto qualità prezzo.  
  • Mohair: Fibra che si ottiene dalla capra d’angora, un’anomale allevato da secoli in Turchia. Oggi ne troviamo allevamenti anche in Texas ed sud Africa. Il filato che si ottiene dalla tosatura di questo animale è liscio, voluminoso e lucido. Estremamente pregato soprattutto il baby angora, cioè il filato ottenuto dalla prima tosatura.  
No Comments

Post A Comment