Dove comprare stock tessuti Made in Italy (e come fare a riconoscerli)

stock tessuti Made in Italy

Dove comprare stock tessuti Made in Italy (e come fare a riconoscerli)

La vendita dei tessuti è una delle pratiche commerciali più antiche del mondo. Fin dalla notte dei tempi, tra botteghe e mercatini, potevi scorgere artigiani e venditori di tessuti di varia qualità a prezzi più o meno accessibili a seconda della provenienza e della tipologia del materiale utilizzato.

Oggi, però, le cose sono cambiate (non troppo): con l’avvento del commercio online, assimilabile a quello di un fast food, si sono ristretti sempre di più i campi relativi alla vendita di tessuti in stock, soprattutto se si parla di Made in Italy. Ci sono, ovviamente, ma non sono tantissimi e riconoscere i migliori non è sempre facile.

Una delle aziende più affermate in questo campo è certamente Al.Ma. Tissues, a Sumirago (VA), specializzata nella confezione e vendita di tessuti in stock rigorosamente Made in Italy.

Come fare, quindi, a riconoscere un tessuto di qualità? Ecco alcuni semplici consigli:

  • Fate attenzione al prezzo: se è vero, da un lato, che si può risparmiare sull’acquisto di un tessuto, soprattutto in stock, dall’altro lato bisogna applicare a tutto sempre un po’ di buon senso. Va bene, quindi, che sia economico, ma non a prezzi stracciati (il parallelismo con i tessuti non è voluto, ma accidentale – seppur efficace);
  • Toccate sempre con mano: il tessuto, al tatto, deve rilasciare una sensazione piacevole, anche se si tratta di materiali sintetici o artificiali. Fate caso ai dettagli, osservate con attenzione, prendetevi il vostro tempo. Non c’è fretta, solo buon senso;
  • Ad ogni capo il suo tessuto, ovvero: scegliete i tessuti in base a ciò che dovete confezionale, al pubblico di riferimento, alla riuscita finale del prodotto. Tutti i tessuti di qualità durano a lungo, ma non tutti i tessuti sono adatti ad un unico capo.
No Comments

Post A Comment