Abiti sartoriali: quando il tessuto fa la differenza

Abiti sartoriali: quando il tessuto fa la differenza

I tessuti pregiati rappresentano il punto di partenza ideale per il confezionamento di abiti sartoriali di alta qualità. Se è vero infatti che un tessuto può essere esaltato dal vestito a cui è destinato, è anche vero il contrario. Conoscere a fondo le caratteristiche delle stoffe è sicuramente un valido supporto nella scelta di quella più appropriata.

Un abito, in misura maggiore se si tratta di un abito su misura, è un segno distintivo. Non possiamo dunque mettere sullo stesso piano capi di abbigliamento appartenenti alla stessa categoria, che si tratti di giacche, pantaloni, cappotti, ecc.

Tessuti per confezionamento abiti sartoriali: quali fattori considerare

La qualità fa sicuramente la differenza, ma non è la sola caratteristica che guida il sarto nella realizzazione di un abito su misura. Vediamo allora quali sono le altre peculiarità che spingono a scegliere un tessuto piuttosto che un altro.

L’abito andrà indossato d’inverno o d’estate?

Un abito sartoriale studiato per l’inverno non potrà mai essere uguale a uno che sarà indossato d’estate. Gli esperti sanno bene che la componente climatica gioca un ruolo importante nella scelta del tessuto più adatto. Per il periodo estivo sarà opportuno scegliere tra i tessuti freschi, per quello invernale saranno più funzionali tessuti pesanti in grado di tenere al caldo.

Peso del tessuto

Il peso di un tessuto è fondamentale nella misura in cui va ad influire anche sull’aspetto e sulla resa dell’abito. In gergo tecnico parliamo della grammatura: più questa è elevata, più il tessuto aderirà bene al corpo. Per fare un esempio, i tessuti estivi hanno un peso inferiore ai 280 grammi, mentre quelli invernali arrivano a pesare anche 400 grammi. Non si tratta però di semplice peso, visto che questa caratteristica coinvolge anche l’aspetto del tatto e della vista. Un tessuto deve essere bello da vedere ma anche piacevole da toccare.
La lana regna incontrastata tra i tessuti polivalenti, grazie anche alla sua ineguagliabile morbidezza. In molti l’associano all’inverno, ma bisogna sapere che la lana è un tessuto ideale per la realizzazione sia di abiti freschi che caldi.

Quali colori scegliere?

Le due macro-categorie dei colori dei tessuti sono la più classica tinta unita e la fantasia. Per gli abiti sartoriali che fanno dell’eleganza la cifra dominante si tende ad optare per una tonalità unica, scura e intensa, come il blu, il nero e il grigio. Tuttavia ci sono alcune nuance chiare, come il celeste e il grigio chiaro, ugualmente raffinate e più indicate per abiti estivi.
Per quanto riguarda invece i tessuti a fantasia, il range si amplia tantissimo, andando ad abbracciare le stoffe più diversificate, dal tweed al principe di Galles, passando per i più eclettici decori geometrici o floreali.

No Comments

Post A Comment