Fodera per le giacche, un dettaglio da non sottovalutare

Fodera per le giacche, un dettaglio da non sottovalutare

Una giacca di qualità si distingue subito da tutte le altre. Ogni dettaglio è curato e anche quello che sembra più insignificante ha il suo peso. Tra questi ritroviamo la fodera, che a dispetto del fatto che possa sembrare ininfluente, riveste un ruolo di un’importanza da non sottovalutare.

La fodera di una giacca influisce in maniera determinante sulla sua confortevolezza ma anche sulla resa estetica finale. Questo perché contribuisce a sancirne l’indossabilità, nella misura in cui influisce sull’aderenza dell’abito, così come sul grado di isolamento dal capo su cui si adagia. Scopriamo qualche dettaglio in più di questo componente.

Fodera giacca uomo

La fodera rappresenta il rivestimento interno delle giacche, in particolare di quelle eleganti per uomo. Maggiore è la qualità della stoffa, maggiore sarà il comfort offerto da quel capo. Com’è infatti facile intuire, una camicia, un maglione o una t-shirt “scivolano” meglio quando il livello di attrito con il tessuto esterno rende il movimento fluido.

In prima istanza viene confezionato lo scheletro della giacca, poi si passa alla fodera. Questa è composta da tre parti, due anteriori e una posteriore, che si ottengono partendo proprio dal modello già strutturato della giacca. Il calcolo della stoffa necessaria viene fatto proprio sulla base della giacca; solitamente parliamo di una lunghezza di due metri. Anche l’interno delle tasche o delle maniche e dei pantaloni (se si parla di un completo maschile) possono essere foderati.

Tessuto per fodere

Qual è il tessuto che viene usato maggiormente per realizzare fodere? Senza alcun dubbio il cupro. Si tratta di un tessuto ipoallergenico, leggero e traspirante. Viene particolarmente apprezzato per la capacità di mantenere costante la temperatura interna, senza influire sul peso specifico della giacca. Il cupro sta conoscendo un riscontro sempre maggiore anche in virtù delle sue caratteristiche ecosostenibili: è infatti sia riciclabile che biodegradabile.

Questo tessuto presenta una finitura lucente, che ricorda quella della seta. Questo particolare fa sì che gli interni acquistino luminosità, senza quell’effetto opaco che tende a spegnere. Infine, ricordiamo che il cupro è molto versatile per cui è ideale anche per stampe personalizzate, che ritroviamo in tante giacche di tendenza.

No Comments

Post A Comment