Quale tessuto scegliere per un abito sartoriale

Quale tessuto scegliere per un abito sartoriale

Basta solo accennare ad un abito sartoriale che subito si pensa alla qualità del tessuto e, in alcuni casi, alla sua regalità. Oggi nella creazione, così come nell’acquisto, di un abito su misura non si può prescindere dall’uso di tessuti pregiati. Questi garantiscono un impatto estetico notevole e, nel contempo, un’ottima resa nel tempo.

Spesso ci si chiede quali siano i fattori da prendere in considerazione nella scelta del tessuto per un abito sartoriale. Sarebbe meglio demandare a chi si occupa per mestiere di tutto ciò, ma conoscere alcuni fondamenti non può far altro che giovare.

Tessuti eleganti per sartoria

Il mondo della sartoria è quasi del tutto costruito sui tessuti eleganti. Partire da un tessuto di qualità apre già le porte alla riuscita di un abito. Tuttavia, esistono così tante stoffe, pregiate o meno, che è necessario valutare alcune caratteristiche specifiche, come la grammatura, la consistenza, la freschezza o, viceversa, la pesantezza, e così via.

Grammatura tessuto

La grammatura del tessuto ne rappresenta il peso specifico. Questo risulta essere fondamentale per l’estetica, ma anche per la confortevolezza. Più una stoffa è pesante, più si adatta al corpo, con un effetto piacevole sia alla vista che al tatto.

Un tessuto morbido e caldo ha un peso che varia dai 280 grammi ai 400 grammi: è ideale per gli abiti invernali. Un tessuto leggero e fresco pesa meno di 280 grammi ed è preferibile per un abito sartoriale estivo.

Abiti sartoriali in lana

Per la realizzazione di abiti sartoriali in molti optano per la lana. Sarebbe un errore pensare che sia un tessuto tipicamente invernale: esistono infatti anche i misti lana-cotone, seta o lino. La lana permette di realizzare abiti freschi o caldi, a seconda della stagione, capaci comunque di esprimere la massima eleganza in qualunque occasione. Rappresenta dunque un tessuto ideale per gli abiti sartoriali.

No Comments

Post A Comment